martedì 14 giugno 2011

mercoledì 8 giugno 2011

12 e 13 giugno: tutti al referendum!

Alla cittadinanza e ai politici che ci governano.

Domenica 12 e lunedì 13 Giugno si terranno le votazioni su 4 importanti quesiti referendari.

La nostra associazione LA TELA, che riunisce varie esperienze portate avanti da cittadini montemurlesi, vuole sollecitare la comunità ad esercitare il proprio diritto di voto.
Non recarsi alle urne equivale a non esprimere alcun giudizio, rimanere indifferenti a questioni che potrebbero modificare sostanzialmente il nostro futuro.

I politici Montemurlesi che sono stati molto attivi negli ultimi mesi dandosi battaglia per rottami d'auto, erbacce e altre questioni locali, tutti occupati a progettare cementificazioni e aperture di nuovi centri commerciali, non sembrano dare gran considerazione alle questioni referendarie.

Non è ancora troppo tardi per uscire allo scoperto e perciò esprimere i loro pensieri sui nuovi business del NUCLEARE e ACQUA, è necessario smettere di fare gli struzzi e fare il gioco dei poteri forti!

E' il momento del SI o del NO, in campagna elettorale si può dire, purtroppo, tutto e il contrario di tutto, ma domenica e lunedì è IL MOMENTO DI DECIDERE. I nostri politici locali devono dare un'indicazione ai loro elettori che anche in base alla loro posizione su questi temi fondamentali potranno decidere se confermare o meno il voto alle prossime comunali.

Da parte nostra, raccogliendo le esperienze dei Cittadini Uniti Montemurlesi, il Comitato Ambientale Montemurlo e il GaScec - Gruppo Acquisto Solidale, non possiamo che invitare tutti a partecipare alla votazione.
Disertare il referendum significa volere che l'acqua diventi una merce sulla quale lucrare e, in controtendenza con le altre potenze europee, accettare l'idea di volere basi nucleari sul proprio territorio e ammettere che non tutti sono uguali davanti alla legge. 

Noi diciamo SI all'abrogazione delle leggi che intendono privatizzare un bene di tutti come l'acqua, SI per abrogare i programmi Nucleari di questo GOVERNO (o di qualsiasi altro prossimo GOVERNO), SI all'abrogazione del legittimo impedimento: 4 SI per il bene del nostro futuro!